OKKIO AL COLESTEROLO… per il Natale

Abbiamo diverse volte introdotto il problema del controllo del "colesterolo" e dei grassi in genere nel nostro organismo per mantenere una salute di ferro ed evitare problemi più o meno gravi che non ci permetterebbero di vivere serenamente, e al massimo delle nostre potenzialità la nostra amata vita. In questo periodo di festa è fondamentale dedicare un "okkio di riguardo" al controllo del colesterolo. Esso è un composto organico che è molto importante per il nostro organismo , regola diverse funzioni importanti, fondamentali ed essenziali: componente delle membrane cellulari, precursore di ormoni (maschili e femminili), di diverse vitamine (soprattutto D) e tante altre funzioni. Ma come in tutte le componenti del nostro organismo il tutto deve essere in "equilibrio", il più delle volte la quantità circolante nel nostro organismo è eccessiva con la conseguenza che potrebbe compromettere la nostra salute fisica e mentale. Per fare in modo che tutto ciò non accadi è necessario conoscere il colesterolo e le sue varianti, e capire quali strategie adottare per migliorare i suoi valori e mantenerli nella norma. Il colesterolo non è solubile in acqua e per essere trasportato nel sistema circolatorio si necessita della presenza di lipoproteine, le quali possono essere di bassa densità (LDL colesterolo cattivo), l'eccesso di colesterolo come ben sappiamo di accumula alle pareti delle arterie formando le cosiddette placche arterosclerosi con conseguenze gravi per il nostro cuore e il nostro cervello (infarto e ictus). Per fortuna che non c'è solo una strada da perseguire e quindi abbiamo a nostra disposizione le lipoproteine ad alta densità (HDL colesterolo buono). Il suo compito principale è quello di ripulire le arterie dal colesterolo in eccesso , la sua presenza attiva ci permette di eliminare i rischi inerenti alle problematiche su menzionate, quindi ipercolesterolemia, arterosclerosi. Come abbiamo visto in diversi articoli che mettevano in evidenza alcuni concetti menzionati dal Dott Sears per la dieta a Zona, negli ultimi anni per questo motivo si dà molta importanza e rilevanza al "rapporto trigliceridi/HDL" , più che al valore del colesterolo totale. Inoltre il rapporto tra HDL e LDL nei confronti del colesterolo totale è un indice fondamentale per conoscere il nostro stato di salute, e di norma si afferma che il colesterolo HDL (buono) dovrebbe almeno riguardare il 30/35% del colesterolo totale.

Ma una volta che abbiamo analizzato i valori del colesterolo nel sangue come possiamo controllare il tutto mediante la nostra alimentazione in questi giorni di festività e di cenoni?
Vediamo quali alimenti possono essere utilizzati senza problemi e quali meno.

Come ben sappiamo ci sono alimenti e alimenti, in linea generale controllando la nostra alimentazione possiamo controllare i valori del colesterolo nel torrente ematico. Gli alimenti ad alto contenuto di colesterolo sono quelli di origine animale, generalmente ricchi di grassi saturi (uova, burro, carni, salumi, formaggi ed alcuni crostacei). Purtroppo a volte ci possono essere delle situazioni genetiche (famigliari) che possono far si che nonostante una corretta alimentazione, un corretto stile di vita, una buona dose di attività fisica , i livelli del colesterolo sono elevati e i rischi di malattie come l'ipercolesterolemia sono anch'essi alti. Ma tralasciando questi casi eccezionali che vengono curati con l'assunzione di farmaci, vediamo per la maggior parte della gente come possiamo tenere sotto controllo il colesterolo.

Le strategie per controllare il nostro colesterolo:
  • Alimentazione corretta ed equilibrata
  • Attività fisica regolare prevalentemente aerobica
  • Stile di vita orientato allo starbene e al benessere in genere


Alimentazione efficace per controllare il colesterolo!

In questo periodo di feste diventa veramente difficile riuscire a controllarsi a tavola, ma non è impossibile soprattutto se si parla della nostra salute. In linea di massima il colesterolo, o meglio i suoi valori ematici, sono controllati e influenzati in parte dall'alimentazione. Ma come abbiamo visto precedentemente il colesterolo è molto importante per diverse funzioni del nostro organismo per via del suo ruolo metabolico non se ne può fare a meno. Però dobbiamo fare in modo che il colesterolo buono HDL sia presente nella giusta quantità per ripulire le arterie dal colesterolo cattivo LDL. L'alimentazione e come abbiamo visto, un corretto stile di vita in generale , può aiutarci e venirci incontro per mantenere la salute delle nostre arterie e del nostro organismo in genere. Vediamo quali alimenti prediligere in questo periodo e quali limitare o eliminare del tutto dalle nostre tavole imbandite, tenendo presente la quantità (in mg) di colesterolo presente in 100gr di prodotto.

Iniziamo dagli antipasti: in linea generale per quanto concerne gli antipasti gli alimenti che vengono utilizzati riguardano prevalentemente salumi, insaccati, formaggi. Se andiamo su bresaola, prosciutto cotto, prosciutto crudo di parma ci manteniamo su una quantità di colesterolo che spazia da 60/70mg per 100gr di prodotto. Mentre se iniziamo a scegliere alimenti come patè di fegato, salame, formaggi fusi (briè) , la presenza di colesterolo sale anche oltre i 100mg per 100gr di prodotto. Quindi sappiate organizzare gli antipasti in maniera intelligente e salutare.

Passiamo ai primi piatti o Cereali in genere: i quale contenuto in colesterolo è mediamente moderato di norma, ma purtroppo in questo periodo di feste ci facciamo prendere dalla mania di abbondare sui condimenti e tutto ciò non fa altro che aumentare moltissimo il rischio di eccedere con l'utilizzo di grassi di origine animale come la presenza di burro, strutto, margarina, uova. E' ovvio che possiamo ovviare a tale inconveniente utilizzando nelle nostre tavole prodotti preparati in casi, evitando prodotti da forno ove non sappiamo di norma quello che viene utilizzato per la loro preparazione.

... e poi i secondi Carni : è risaputo che questo alimento molto preferito dagli italiani, e in special modo in diverse regioni, fa parte di quelli alimenti a più alto contenuto in colesterolo. Per quanto concerne la differenza tra le carni bianchi e le carni rosse riguarda la presenza di più o meno di grassi , e quindi la combinazione con la presenza di grassi saturi. Si possono limitare i danni eliminando come sappiamo la parte grassa presente (anche nelle carni bianche a volte) , cercando di cuocere la carne utilizzando pochi grassi di condimento, e preferendo alcune tipologie di cotture , come la griglia, o meglio lesso, facendo attenzione a non bruciare la carne. Qualche consiglio per scegliere la carne possiamo decidere per una fesa di tacchino (50mg di colesterolo su 100gr ) , Faraona (30/40mg di colesterolo per 100gr). Mentre se scegliamo Agnello o pollo intero cotti al forno si sale di percentuale di colesterolo presente (0ltre 100mg)

... via libera al pesce , ma non a tutti: diverse volte abbiamo parlato e menzionato delle qualità salutistiche del pesce, ed è giusto ribadirlo anche in questa occasione, presenta preziosi principi nutritivi, è un ottima fonte di acidi grassi polinsaturi, come i famigerati Omega3 che ripuliscono le arterie, sono ottimi antinfiammatori , aumentano la quantità di colesterolo buono (HDL), diminuiscono di conseguenza i valori nel sangue di trigliceridi e colesterolo cattivo (LDL). Non abbiate paura e timore dei grassi presenti nel pesce (vedi salmone, sgombro, tonno) , in quanto sono grassi buoni , a differenza di quelli presenti nelle carni e nei formaggi. Quindi in questi giorni di feste via libera al pesce nelle nostre tavole preparato in mille modi diversi, bollito, al forno, al cartoccio, crudo, abbinato al primo, insomma via libera alla fantasia di tutti. Ad esempio salmone solo 35mg di colesterolo su 100gr di prodotto, oppure tonno sia fresco sia sotto'olio circa 55 mg , mentre saliamo se scegliamo pesci come uova di storione (caviale ) andiamo su 300mg , oppure cefalo oltre 400mg per 100gr di prodotto.

… e non potevano mancare i dolci: nessun può negare che un Natale , un Capodanno senza dolci non è tale, non possiamo farci mancare un dolce preparato in casa (meglio), o comperato dalla nostra pasticceria di fiducia , non sarebbe una festa. Però tutto ciò non significa che non possiamo mangiare con intelligenza e in salute, per tale motivo è giusto sapere che la quantità di colesterolo contenuta nei dolci varia in base agli ingredienti utilizzati. Per questo motivo capite benissimo che ancora una volta sono le nostre scelte a farci intraprendere una "dolce strada" verso la salute e in benessere in genere. Tutti sappiamo che naturalmente i prodotti dolciari preparati con l'impiego di grassi di origine animale, hanno un contenuto in colesterolo superiore. Ma possiamo deliziare il nostro palato con dolci utilizzando cioccolato fondente che se preso singolarmente ha "0" di mg di colesterolo… contro a un gelato alla crema che ne ha circa 50mg. Quindi un 'ottima sacher al cioccolato utilizzando latte scremato, o latte di soia, con aggiunta di soli albume d'uovo e delle noci al posto della marmellata, capite benissimo che abbiamo un dolce gustoso e salutare. Provare per credere, il palato e l'organismo vi ringrazieranno per questa preparazione.Adesso dopo queste indicazioni salutistiche non vi resta che cimentarvi in cucina in questo periodo di vacanza senza farmi del male con le vostre mani, si può mangiare degustando tutto ma con intelligenza e gusto.

Tratto da www.runningzen.it